Il rispetto per la natura come una delle regole principali da far osservare a chiunque voglia visitare la foresta umbra


La Foresta Umbra e un'enorme riserva naturale che racchiude al suo interno una miriade di alberi e animali di specie diverse. Il rispetto per la natura e una delle regole principali da far osservare a chiunque voglia visitarla. Soltanto due delle quattro zone in cui si suddivide la foresta sono accessibili anche a chi si muove in automobile. Per quanto riguarda le altre due, in una vigono regole molto rigide che proibiscono ai visitatori di parlare ad alta voce o di creare rumori di qualsiasi genere che possano infastidire gli animali, nell'ultima e addirittura vietata l'entrata per non interferire con la vita naturale selvatica.

Il bosco, in passato utilizzato solo per scopi commerciali, come la produzione di legname, oggi offre numerose opportunita per educare al rispetto dell'ambiente e alla conoscenza del mondo naturale che ci circonda. Tanti sono infatti i percorsi didattici, pensati soprattutto per i ragazzi, dedicati alla ricerca delle tracce degli animali o alla scoperta di mestieri, come quelli del taglialegna o del carbonaio.

La Cooperativa Mediterranea svolge un importante ruolo nell'ambito dell'educazione ambientale in tutto il Parco Nazionale del Gargano, con particolare attenzione alla Foresta Umbra. All'interno della foresta si trova il Centro Natura-Museo Naturalistico, controllato appunto da questa cooperativa, la quale organizza soggiorni sia per ragazzi che per adulti. E possibile pure fare delle richieste particolari se si hanno esigenze specifiche.

Il personale che gestisce le attivita proposte dalla cooperativa e altamente qualificato e comprende le guide ufficiali del Parco Nazionale del Gargano. Importanti sono le collaborazioni con enti pubblici, come il Laboratorio per l'Educazione Ambientale della Provincia di Foggia e l'Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche, ma pure con enti privati, fra i quali troviamo aziende agricole, gruppi folcloristici e cooperative di pescatori.

Molte sono le iniziative della Cooperativa Mediterranea riservate agli studenti. Scuolambiente, in particolare, e un insieme di proposte, con scopo didattico, indirizzato alla scuola. Sono previste lezioni in classe per preparare gli studenti alla visita della foresta, e gite a contatto diretto con la natura garganica, grazie alle quali i ragazzi godono di una giornata all'aria aperta, e contemporaneamente viene loro offerta la possibilita di svolgere attivita pratiche e sensoriali nel bosco. I programmi vengono svolti in uno o piu giorni e i ragazzi sono coadiuvati dalle guide ufficiali del Parco Nazionale del Gargano e da esperti nel settore dell'educazione ambientale. Tale personale viene messo a disposizione della cooperativa, cosi come gli strumenti, didattici e non, necessari per le escursioni nella foresta.

Interessanti pure i corsi di educazione ambientale organizzati dalle guide ambientali. Questi prevedono delle lezioni in aula, su argomenti quali le caratteristiche morfologiche del territorio, la classificazione delle varie specie di flora e fauna, l'utilizzo di mappe e bussole per orientarsi nel bosco e importantissimi elementi di pronto soccorso, con tanto di escursione finale nella Foresta Umbra e rilascio di attestato di frequenza. Altri argomenti piu generici riguardano l'inquinamento e la necessita di rispettare le leggi che tutelano l'ambiente.

La cooperativa Ecogargano di Monte Sant'Angelo e un'altra associazione che si occupa da tempo di educazione ambientale. Grazie al progetto "La scuola in giro per il Parco" gli studenti vengono posti a diretto contatto con l'ambiente, e la loro sensibilita nei confronti dei temi ecologici si acuisce generando un atteggiamento di maggiore rispetto verso la natura.